Un efficace processo di lavaggio consente un aumento dell’efficienza operativa e un risparmio energetico del 40%

ipcm® Industrial Cleaning Technologies
N.17 – 2020 FEBRUARY

OTERACCORDI sceglie la soluzione ad alcol modificato per far fronte alle crescenti sfide di lavaggio dei componenti.

La produzione di componenti per raccordi idraulici, impianti sanitari e fi ssaggi industriali richiede competenza tecnica, tecnologia all’avanguardia e impegno per la qualità. Il continuo perseguimento di questi obiettivi nel corso dei decenni ha reso l’azienda italiana OTERACCORDI ciò che è oggi: leader nel campo della termoidraulica, dei sistemi di fissaggio dei sanitari e dei fissaggi industriali. Dalla sua fondazione nel 1933, l’azienda ha ampliato le proprie competenze e oggi opera con quattro marchi distinti, offrendo prodotti specifici per il settore dell’edilizia, del riscaldamento e dell’idraulica. Progetta e produce anche pezzi personalizzati per il settore automotive, agricolo e delle macchine movimento terra.
“Il nostro impegno per le innovazioni tecnologiche è fondamentale per il nostro successo. Abbiamo, ad esempio, grandi presse orizzontali multistazione per lo stampaggio a freddo. In Italia sono pochissime le aziende che dispongono di tali capacità. Inoltre, abbiamo in dotazione una gamma di macchine per la rimozione di trucioli per ulteriori elaborazioni”, ha dichiarato Cristiano Ballan, Responsabile della produzione di OTERACCORDI.

Il ruolo critico dello sgrassaggio dei metalli nella garanzia di qualità

OTERACCORDI utilizza diversi tipi di metallo, tra cui acciaio al carbonio e acciaio inossidabile, per produrre la sua vasta gamma di prodotti: collari, sistemi di staffaggio e fissaggio, ghisa, lamiera decapata e raccorderia idraulica. Poiché i pezzi prodotti sono sottoposti a successive filettature interne/esterne, trattamenti galvanici e imballaggio, i componenti finiti e semilavorati devono essere puliti e sgrassati secondo uno standard estremamente elevato.
I volumi e le tipologie di metalli da pulire, insieme alla complessa struttura dimensionale e geometrica dei componenti, sono solo alcune delle sfide associate al processo di lavaggio dei componenti. Inutile dire che occorre prestare particolare attenzione affinché i pezzi non vengano danneggiati durante la fase di sgrassaggio. Mentre OTERACCORDI continua ad aggiudicarsi nuovi contratti grazie al suo successo, è sempre più difficile mantenere la qualità e l’efficienza nelle attività di sgrassaggio dei metalli, dato che ora ci sono molti più pezzi da gestire. Nel 2018, l’azienda ha prodotto 60 milioni di componenti. In media, ogni singolo pezzo viene lavato due volte: pertanto, con l’aumento della produzione, il volume del materiale da lavare è destinato ad incrementare ulteriormente, fino a processare 120 milioni di pezzi nel 2019 e 130 milioni nel 2020.
Per quasi tre decenni, l’azienda ha utilizzato un sistema di lavaggio a base acquosa per la pulizia dei pezzi, ma faticava a mantenere risultati costanti. Il significativo consumo energetico dovuto ai lunghi cicli di lavaggio ha rappresentato un altro onere finanziario che si aggiungeva agli elevati costi di gestione dei rifiuti. Ora che il ritmo di produzione dovrebbe ulteriormente intensificarsi, OTERACCORDI si è sentita obbligata a cercare una soluzione di lavaggio alternativa che migliorasse lo standard qualitativo e l’efficienza operativa.

Lavaggio con alcol modificato: risultati ad alte prestazioni ed eco-compatibilità

Durante una visita in fiera, OTERACCORDI ha incontrato IFP, uno dei principali produttori di impianti per il lavaggio ad alcol modificato.
OTERACCORDI ha sempre avuto un approccio favorevole verso gli alcoli modificati per la loro eco-compatibilità, pertanto ha voluto testarne l’efficacia. Per le prove di lavaggio, IFP ha consigliato l’alcol modificato ad alte prestazioni DOWCLENE™* 1601 fornito da SAFECHEM, azienda chimica che fornisce prodotti e servizi, tra cui la gestione del rischio solvente. Prodotto sinteticamente, il solvente distillabile ha proprietà sia non polari sia polari, il che significa che può rimuovere efficacemente i contaminanti non polari come grassi e oli e molti contaminanti a base acquosa. L’intervallo di ebollizione ristretto e definito rende possibile anche un’asciugatura senza residui, che si traduce in risultati di pulizia eccellenti con elevata tensione superfi ciale. DOWCLENE™* 1601 si contraddistingue inoltre per una bassa tossicità e una buona biodegradabilità. Rispetto al lavaggio ad acqua, non viene consumata acqua nel processo e lo spazio richiesto è minore.

Combinare la tecnologia di IFP con DOWCLENE™* 1601: i risultati del lavaggio hanno portato a un acquisto “al volo”

Dopo quattro mesi di valutazione e il periodo di prova, la conclusione per OTERACCORDI è stata chiara: i risultati delle prove di lavaggio sono stati così soddisfacenti che l’azienda non ha avvertito la necessità di provare altre tecnologie. OTERACCORDI ha deciso di investire nella macchina IFP modello KP 1000 MAX che funziona con DOWCLENE™* 1601. La macchina opera sottovuoto in tutte le fasi ed è stata progettata per due scopi specifici: riduzione dei consumi energetici e recupero dell’olio da riutilizzare nel ciclo produttivo. È inoltre costruita per ridurre al minimo la manutenzione. Dotata di camere completamente autopulenti, non vi è il rischio di depositi sul fondo o incrostazioni, né la necessità di aprire serbatoi, camere e distillatori per la pulizia. La migliore distillazione del solvente, insieme a sistemi di filtrazione e separazione dell’olio, assicura un processo ottimizzato con costi di smaltimento e gestione dei rifiuti estremamente ridotti.
Cristiano Ballan ha osservato: “Quando abbiamo visto i primi risultati in termini di pulizia, delle prove di lavaggio con DOWCLENE™* 1601, abbiamo acquistato l’impianto “al volo”. Inoltre, la capacità della macchina IFP di recuperare l’olio di lavorazione è stata per noi un fattore decisivo, poiché rappresenta un ulteriore risparmio e ottimizzazione per l’azienda”.

Guadagni su tutti i fronti: efficienza operativa, risparmio energetico ed eccezionale pulizia

Il nuovo impianto è entrato in funzione nel settembre 2018.
Brenntag Italia, partner della distribuzione di SAFECHEM, ha fornito a OTERACCORDI un primo riempimento di 2000 litri di DOWCLENE™* 1601. La consegna del solvente nel sistema SAFECHEM SAFE-TAINER™, strumento di gestione del rischio chimico, assicura il trasporto, lo stoccaggio e la manipolazione del solvente in maniera sicura e sostenibile. In stretta collaborazione con SAFECHEM, Brenntag Italia fornisce all’azienda anche supporto tecnico e consulenza per garantire un processo di lavaggio ottimizzato.
I vantaggi tangibili della soluzione adottata hanno convalidato la decisione di OTERACCORDI di optare per la tecnologia ad alcol modificato dopo anni di sgrassaggio ad acqua. “ Il nostro ciclo di lavaggio è sceso da 50 minuti a soli 20 minuti. Inoltre, siamo in grado di risparmiare almeno il 40% dei costi energetici. Oltre ai buoni e costanti risultati di pulizia, è migliorata anche la qualità dei rivestimenti superficiali come la zincatura dei pezzi puliti”, ha aff ermato Cristiano Ballan.
Inoltre, OTERACCORDI può monitorare regolarmente le condizioni del solvente utilizzando la valigetta Test MAXICHECK ™ di SAFECHEM, affinché sia garantita una gestione ottimale del solvente. I risultati registrati in un diario operativo saranno inoltrati a SAFECHEM che potrà prontamente fornire raccomandazioni in caso di anomalie. “Da quando siamo passati da un sistema di lavaggio ad acqua a un sistema di lavaggio a solvente, il nostro modo di lavorare è cambiato in meglio. C’è un’ottima collaborazione con SAFECHEM, IFP e Brenntag Italia e il supporto tecnico che riceviamo è di prima classe. Siamo davvero soddisfatti della nostra decisione e dei risultati ottenuti”, ha concluso Cristiano Ballan.

™ Marchio registrato di SAFECHEM
™* Marchio registrato di The Dow Chemical Company

Scarica l’articolo completo in formato PDF

 

Cosa dicono di noi sulle testate di settore

Di seguito alcuni articoli, realizzati da nostri clienti, in cui vengono descritte le caratteristiche delle loro attività e come l’utilizzo dei nostri impianti di lavaggio sottovuoto contribuiscono alla realizzazione qualitativa dei loro prodotti.

IPCM® Industrial Cleaning Technologies

MAGGIO 2020

3B Fluid Power

La soluzione di lavaggio ad alcol modificato trasforma i pezzi lavati in un vantaggio strategico

L’impianto di lavaggio KP MAX 600 di IFP Europe.

IPCM® Industrial Cleaning Technologies

N. 17 – 2020 FEBRUARY

Almar

Il valore aggiunto del lavaggio per i componenti di sistemi doccia d’alta gamma cromati in PVD

IPCM® Industrial Cleaning Technologies

N.17 – 2020 FEBRUARY

OTERACCORDI

Un efficace processo di lavaggio consente un aumento dell’efficienza operativa e un risparmio energetico del 40%

LE DECOLLETAGE & industrie

SEPTEMBRE 2019

Lathuille Hudry

La première machine à laver hybride de la vallée

MACHINES PRODUCTION

2 SEPTEMBRE 2019

Lathuille Hudry

KP Hybrid, la machine à laver deux en un

EUROPEAN business

2019 JANUARY

The green way to wash

Interview with Giacomo Sabbadin, Managing Director of IFP Europe Srl.

IPCM® Industrial Cleaning Technologies

N. 14 – 2018 OCTOBER

IFP EUROPE

Impianti di lavaggio ecosostenibili: la chiave del successo di IFP Europe

L’AMMONITORE

#3 Anno 74 – Aprile 2018

IFP EUROPE

L’alcool modificato sta riscuotendo molto successo in applicazioni dove spesso venivano impiegati i solventi clorurati o acqua e detergenti. Questo grazie alla tecnologia altamente collaudata, la migliore presente sul mercato, di IFP Europe.

IPCM® Industrial Cleaning Technologies

n.9 – May 2016

Caleffi

La completa automazione per la massima qualità dei processi di lavaggio dei pezzi.

METAL CLEANING & FINISHING

n.85 – Gen/Feb/Mar 2016

Nuova Torneria Zanotti

Ritorno al futuro: dall’acqua al solvente

IPCM® Ibérica/Latino América Magazine

N. 13 – 2016 Febrero/Fevereiro

Bitron España

La estrategia del Grupo Bitron para el desengrase eficaz de los dispositivos mecatrónic

METAL CLEANING & FINISHING

Anno XXI – n.84 – Ott/Nov/Dic 2015

Ottoman

Innovare per competere: automazione spinta nel lavaggio della minuteria

IPCM® Ibérica/Latino América Magazine

N. 12 – 2015 Novembro/Noviembre

Ve-Ca

Planta de lavado ecológico para la limpieza de quincallería metálica de precisión

METAL CLEANING & FINISHING

Anno XXI – n. 83 – Lug/Ago/Set 2015

Biomec

Lavaggio di precisione per impianti dentali

INTERNATIONAL PAINT&COATING MAGAZINE

N. 7 – 2015 MAY

Sabaf

Componenti per cottura gas più sicuri grazie alla tecnologia di lavaggio ad alcoli modificati

INTERNATIONAL PAINT&COATING MAGAZINE

N. 31 – 2015 JANUARY/FEBRUARY

Valli&Valli

Il rilancio di un marchio storico di successo passa per l’innovazione tecnologica della fase di lavaggio

INTERNATIONAL PAINT&COATING MAGAZINE

JUNE 2014

Galtech

Dal percloroetilene agli alcoli modificati per il lavaggio di componenti oleodinamici: un percorso virtuoso

INTERNATIONAL PAINT&COATING MAGAZINE

MARCH 2014

Metal Work

Un’unica soluzione per il lavaggio di componenti multimetal trattati con lubrorefrigeranti diversi

INTERNATIONAL PAINT&COATING MAGAZINE

OCTOBER 2013

A&B Torneria

Lavaggio sottovuoto ad alcool modificato: un fattore di successo della IFP EUROPE nella torneria meccanica di precisione

INTERNATIONAL PAINT&COATING MAGAZINE

JULY 2013

IFP Europe

Creata da un team di tecnici con una grande esperienza nel settore del lavaggio industriale, IFP è tra i leader europei del suo mercato di riferimento